AMARCORD – Napoli-Torino a suon di gol: Mertens si scopre bomber e fa poker | VIDEO

Amarcord – Napoli-Torino è una gara divenuta storica, non soltanto per i numeri. 132 volte le due formazioni si sono affrontate in Serie A, regalando spettacolo ed emozioni in gare indimenticabili. A Torino ci fu la folle rimonta firmata da Blerim Dzemaili ed Edinson Cavani per il 3-5 di quel 30 marzo 2013. Ma la redazione di CalcioNapoli1926.it vuole ricordare un’altra gara ‘infinita’ tra azzurri e granata, giocata sul prato dello stadio San Paolo. Un precedente indimenticabile: il Napoli di Sarri fu protagonista assoluto, mattatore un Dries Mertens nelle vesti (allora) inedite di falso nueve.

Napoli-Torino 5-3: Mertens si scopre bomber

Era il 18 dicembre 2016, il momento per gli azzurri non era dei più fortunati. Il grave infortunio di Arek Milik privò la squadra partenopea della sua punta, arrivata in estate per sostituire Gonzalo Higuain. Manolo Gabbiadini sotto porta non riusciva a capitalizzare le tante occasioni create dai compagni di squadra. Sarri corse ai ripari con una soluzione mai immaginata fino a quel momento: il numero 14 al centro dell’attacco. Un esperimento già provato nella precedente giornata: Dries nella vittoria per 5-0 a Cagliari realizzò una tripletta e portò a casa il pallone. Contro il Torino, però, si è superato ancora: quattro gol e poker! Le 7 reti messe a segno in due gare di campionato rappresentano un record: nel primo tempo contro il Toro Mertens ha superato Hart tre volte in 9 minuti, dal 13′ al 22′. Da quel momento è nato un nuovo Mertens, una marcia che lo ha portato fino al 121° gol, diventando il miglior marcatore della storia del Napoli (primato condiviso con Marek Hamsik). All’intervallo il Napoli torna negli spogliatoi sicuro del vantaggio: 3-0.

Un pallonetto alla Maradona

NAPLES, ITALY – DECEMBER 18: Napolis player Dries Mertens scores the 5-2 goal during the Serie A match between SSC Napoli and FC Torino at Stadio San Paolo on December 18, 2016 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Nel secondo tempo il Torino torna in campo desideroso di riscatto. Il Gallo Belotti va a segno per il gol numero 12 in 15 partite di campionato. Gli azzurri non mollano e calano il poker (4-1) con Chiriches. Un altro difensore risponde e riapre ancora il match: si tratta di Rossettini, per il 4-2 granata. Una respinta di Reina dà l’occasione al Toro di andare a segno. Mertens torna in cattedra e trova la quarta rete personale per il momentaneo 5-2: un pallonetto alla Maradona che fa impazzire il San Paolo. Dries conquista i napoletani, è lui il goleador tanto atteso all’ombra del Vesuvio per il dopo Higuain.  L’ultimo poker in un campionato Mertens lo aveva realizzato in Eredivisie contro il Roda in maglia PSV, nel settembre 2011. In Serie A, invece, l’ultimo giocatore prima di lui a realizzare quattro gol in un solo match era stato Berardi contro il Milan (nel gennaio 2014). I conti saranno chiusi da Iago Falque: calcio di rigore, Reina battuto. Una partita combattuta, spettacolare, storica arriva al triplice fischio: il Napoli vince 5-3 contro il Torino.

©RIPRODUZIONE RISERVATA – Luca D’Isanto e Armando Inneguale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy