Maradona, Diego Jr a “Live non è la D’Urso”: “Mio padre era stanco, ma non voleva morire”. Durante la diretta arriva anche un messaggio di Leopoldo Luque

di Giuseppe Canetti
Maradona

Diego Armando Maradona continua a non trovare pace, e continua a far discutere. Dopo l’audio shock del medico del Pibe de Oro, Leopoldo Luque, Diego jr è intervenuto ai microfoni di “Live non è la D’Urso” per dire la sua sulle ultime vicende legate alla scompare del padre. Durante l’intervista, è arrivato un messaggio inaspettato.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO SUL CALCIO NAPOLI

Diego Maradona jr: “Lotterò per avere giustizia”

Maradona
Maradona padre e figlio

Ecco quanto dichiarato da Diego Jr nell’intervista rilasciata a Barbara D’Urso, dopo aver ascoltato l’ormai famoso audio di Leopoldo Luque:

“Barbara questo audio è vergognoso. Dice uno schifo, ma poi dice ‘chissà cosa ha fatto’, ma se non lo sai tu che sei il suo medico? È una cosa molto grave, mio padre si fidava di queste persone. Io l’ho conosciuto, a primo impatto mi sembrava una persona che aveva a cuore i problemi di mio padre. Mio padre aveva un buon rapporto con lui, uno dei suoi più grandi problemi è che voleva bene a tutti. Era stanco, ma essere stanchi non vuol dire voler morire. Quando è scomparso papà è stata dura, ma quello che è uscito dopo è peggio”.

Durante la diretta, Leopoldo Luque ha inoltrato un messaggio all’inviato della D’Urso, sostenendo di aver trattato Maradona come un padre, ma Dieguito non si lascia scalfire: “Io mio padre non l’ho trattato come ha fatto lui. A Luque dico che quello che hanno fatto se lo piangeranno un giorno con Dio ma prima c’è la magistratura in argentina che sta facendo un grande lavoro. Fino all’ultimo giorno lotterò perché mio padre abbia giustizia. So che non ho colpe ma da figlio uno si domanda se potevo fare di più … ma non potevo”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy