De Canio: “Napoli, dopo Sarri poche motivazioni. Ancelotti ha nascosto i problemi”

De Canio: “Napoli, dopo Sarri poche motivazioni. Ancelotti ha nascosto i problemi”

di Luca D'Isanto, @Luca_disanto1

Luigi De Canio, ex allenatore di Napoli e non solo con un grande passato sulle panchine di Serie A, è intervenuto oggi ai microfoni di Radio Sportiva. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it.

“Molti danno la responsabilità per i risultati di questa stagione solo all’aspetto ambientale, ma probabilmente dopo il record di punti raggiunto da Sarri qualcosa a livello motivazionale è venuto meno nei calciatori. La società avrebbe dovuto cogliere certi segnali e far partire prima il rinnovamento iniziato durante l’ultimo mercato. Ancelotti aveva solo nascosto certi problemi”.

CLICCA QUI PER LE PROBABILI FORMAZIONI DI SAMP-NAPOLI!

Allan, le scuse
FERRARA, ITALY – OCTOBER 27: Marques Allan of SSC Napoli looks during the Serie A match between SPAL and SSC Napoli at Stadio Paolo Mazza on October 27, 2019 in Ferrara, Italy. (Photo by Pier Marco Tacca/Getty Images)

De Canio: “Dal Napoli alle altre di Serie A”

“Lotta salvezza? Credo che sia difficile che la corsa possa allargarsi ad altre squadre oltre a Genoa, SPAL, Brescia, Lecce e Sampdoria. Servirebbe un crollo verticale di chi sta davanti. Sampdoria? La squadra ha perso in qualità ed entusiasmo, c’erano aspettative diverse. Si è un po’ ripresa dall’arrivo in panchina di Ranieri ma non in modo definitivo.

Genoa? Bisogna vedere le condizioni fisiche dei nuovi giocatori arrivati a gennaio e il loro adattamento. Immedesimarsi immediatamente in una squadra che lotta per ogni punto non è cosa da poco. Il Lecce è una neopromossa, sapeva e sa di dover lottare fino alla fine per la salvezza. Sono abituati, può essere un vantaggio”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy