Juventus-Napoli, Giuntoli ha protestato con Mariani per il rigore non fischiato a Zielinski

di Domenico D'Ausilio, @dom_dausilio
mercato napoli giuntoli

L’edizione odierna de Il Mattino si sofferma sulla sconfitta del Napoli contro la Juventus e sulle proteste del DS azzurro Cristiano Giuntoli nell’intervallo nei confronti del direttore di gara, Maurizio Mariani. La grande occasione è sfumata, ma questo Stadium è maledetto per gli azzurri che vi hanno perso con Rafa Benitez, Maurizio Sarri e Carlo Ancelotti negli ultimi otto anni. E hanno vinto una sola volta, in quella notte magica con il balzo da giaguaro di Kalidou Koulibaly che fece respirare un’aria straordinaria. Tre anni fa, ormai.

CLICCA QUI PER IL GENEROSO GESTO DEL RIDER RAPINATO ALLA FONDAZIONE CANNAVARO FERRARA

Giuntoli ha protestato con Mariani nell’intervallo

juventus napoli arbitro
Maurizio Mariani, arbitro di Serie A (Getty Images)

Rino Gattuso entra nello spogliatoio e trova la squadra che prova a darsi coraggio, arrabbiata per la sconfitta, ma viva. E che rumoreggia per le occasioni sprecate, per un risultato che considera ingiusto, per la sfortuna e anche per le decisione dell’arbitro. Il DS Cristiano Giuntoli ha protestato, anche nell’intervallo, con Mariani perché quel contatto in area, lo sgambetto a Zielinski di Alex Sandro solo lui non lo ha visto (e il VAR non lo ha aiutato a rimediare alla clamorosa svista). No, quello era rigore netto, nettissimo, impossibile da non dare. Saranno giorni di polemiche, perché avrebbe cambiato il senso di ogni cosa.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy