Zola: “Dispiace per Sarri, la Juventus è una squadra troppo esigente”

Gianfranco Zola, ex fantasista di Napoli e Chelsea, è intervenuto ai microfoni del Corriere della Sera per parlare della Juventus, dell’Inter e del suo ex collega al Chelsea Maurizio Sarri. Il calciatore sardo ha spiegato le difficoltà del tecnico toscano a Torino, che si aspettava l’esigenza da parte del club bianconero.

LE PAROLE DI GIANFRANCO ZOLA

Queste le parole della leggenda italiana Gianfranco Zola: “Pirlo? Anch’io andai al West Ham senza aver mai allenato, so cosa significa. Andrea è un campione con una conoscenza superiore del gioco, sarà fondamentale lo staff. La definisco una mossa geniale quella della Juventus. Certo, il ruolo dell’allenatore richiede un talento diverso. E Pirlo avrà bisogno dello staff: il preparatore Bertelli sarà un valore aggiunto in assoluto e anche Tudor sarà importante. Andrea dovrà crescere in fretta: sceglierlo è stato molto coraggioso e, ripeto, può diventare una mossa geniale.

Sono un po’ dispiaciuto per Sarri e il suo gruppo: ho avuto la fortuna di lavorarci un anno al Chelsea ed è stato davvero importante per me. Con Maurizio poi avevo anche parlato della Juventus. Si tratta di un club molto esigente, al punto che a volte non è neanche sufficiente vincere. Si chiedono tanti requisiti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy