Zoff: “Per i portieri giocare con i piedi è secondario, l’importante è la presa. Meret mi piace”

Dino Zoff, ex storico portiere della Nazionale e del Napoli, è intervenuto nel corso della trasmissione “Donne del Pallone” in onda su Radio Onda Music. L’ex allenatore ha parlato del Napoli, della Juventus ed in particolare del ruolo del portiere al giorno d’oggi.

LE PAROLE DI ZOFF

SULLA JUVENTUS E SARRI

Non c’è molto da dire sulla Juventus. La squadra con Sarri sta facendo ciò che deve, sia in campionato che in Europa. Sta ottenendo i risultati che, logicamente, ci si aspetta che ottenga. Tutte le chiacchiere mi sembrano davvero fuori luogo“.

IL RUOLO DEL PORTIERE

“Non è cambiato nulla per quanto riguarda i portieri. Giocare bene con i piedi non è necessario, basta non sbagliare! Ciò che si chiede ad un portiere è che abbia una presa salda. Credo che si scelga chi far giocare soprattutto in base alla condizione fisica e alle potenzialità, oppure, semplicemente, scegli di far giocare chi reputi più forte. Se poi hai due portieri di uguale valore, puoi magari alternarli, ma non credo si valuti in base ad altre considerazioni“.

SU MERET

Mi piace molto, è un giovane interessante. Certamente avrà la possibilità di mettersi in mostra e fare ottime cose“.

SU NAPOLI-LECCE

Il Napoli non può esimersi dal vincere. Ha iniziato un certo recupero e credo che continui a portarlo avanti. Se succedesse il contrario, si tornerebbe indietro, ma non credo che ciò possa accadere“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy