Cagliari, Zenga: “Non vorrei vedere più bare portate via dai militari. Chissenefrega delle vacanze, finiamo campionato ad agosto”

In questi giorni sono molti i personaggi della sport che stanno esprimendo la loro opinione sulla situazione che sta colpendo il nostro Paese. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato il tecnico del Cagliari, Walter Zenga. L’ex portiere dell’Inter parla sia della situazione dei morti in Italia sia del campionato tramite un intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport: “Io sono in isolamento dall’8 marzo. Il Cagliari è stato il primo club a suggerire ai suoi giocatori due settimane di autoisolamento preventivo e nel frattempo abbiamo iniziato a studiare tre ripartenze differenti. Ripresa smart working, ripresa a gruppetti e ripresa ottimistica. L’unica cosa che vorrei ora è di non vedere più bare portate via dai militari”.

Zenga

Zenga sul campionato

Zenga si è espresso anche sulle situazioni allenamenti e ripresa del campionato: “Oggi è impossibile programmare una ripresa di gruppo, il Cagliari non era tra i club favorevoli alla ripresa degli allenamenti. E’ una questione sia morale che etica, ma soprattutto medica. Per quanto riguardo il campionato la vedo dura una ripresa entro giugno, più facile sfondare luglio, e allora: le vacanze? Chissenefrega delle vacanze. Dobbiamo giocare a Ferragosto? Giochiamo a Ferragosto. Quattro partite alla settimana? Giochiamole”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy