Verdone su Maradona: “Ragazzo gradevole ed umile, lo conobbi a casa di Massimo Troisi”

Carlo Verdone, in un’intervista rilasciata ai microfoni de Il Giornale, ha voluto ricordare Diego Armando Maradona sottolineandone le doti di grande umiltà. L’attore ha anche svelato dove conobbe il Pibe de Oro.

Verdone: “Maradona un ragazzo gradevole”

eredità maradona
(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

Carlo Verdone, attore e regista, ai microfoni de Il Giornale, ha voluto così ricordare Diego Armando Maradona:

“Diego era un ragazzo gradevole e molto umile. Lo conobbi a casa di Massimo Troisi. Per lo sport è stato un vero e proprio ‘dono di Dio’. La sua scomparsa mi suscita pena e tenerezza”.

Il ricordo di Giampiero Galeazzi

“Ho seguito Maradona passo passo. Quando Diego se n’è andato ho provato un’amarezza nel cuore, che tutti hanno ancora dentro. Ho il desiderio di onorarlo per sempre. Abbiamo fatto tante interviste negli spogliatoi, specie quella dello Scudetto. Fu un grande momento di giornalismo, lui e i compagni raccontavano il progetto Napoli. Mi presi anche una secchiata da Giordano, che mi mandò a casa tutto bagnato. Brutto che Diego sia morto da solo, in un appartamento, lasciando tutti senza parole. Se fosse successo in Italia i napoletani non lo avrebbero permesso. Io sono stato scandalizzato, ora la magistratura argentina sta iniziando inchieste contro il medico Luque. E’ stato lasciato senza un’assistenza valida. Com’è possibile trattare un campione così? Diego doveva essere coccolato in altra maniera, specie dopo l’intervento subito. Maradona ha commesso tanti errori ma resta sempre un grande”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy