Under21, Nicolato: “Ora più giovani in campo. Seconde squadre? Sarebbero servite”

Paolo Nicolato, ct azzurro dell’Under-21, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai Radio 1. Di seguito alcune parole del commissario tecnico in merito alla possibilità di vedere più giovani in campo.

Under21, Nicolato: “Spero che le società iniziano a investire nelle giovanili”

 

Nicolato
Paolo Nicolato (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

 

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

 

C’è un peggioramento in generale. Non c’è molto tempo per state insieme come Nazionale, in questo periodo ancora meno. Sarà a dir poco impossibile. La situazione è quella che è, non possiamo lamentarsi ma bisogna trovare una soluzione. Se le società iniziassero a investire nei propri settori giovanili allora sarebbe tutto fantastico, ma così non è. Spero che l’emergenza obblighi alle società di cambiare il loro modo di agire sul mercato. 

Tanto tempo fa producevamo un numero di calciatori molto alto, ora è diventato tutto molto più complicato. La Nazionale prima era un punto di arrivo, ora invece molti hanno la possibilità di mettersi in mostra solo in azzurro. Ci sono tante cause: per iniziare l’idea di giovinezza. Qui si pensa ai 24enni e 25enni, mentre all’estero chi ha 21 anni ha già 100 presenze nelle serie che contano. Ci sono tanti ragazzi bravi, ma non c’è la possibilità di poterne pescare altri. Le seconde squadre avrebbero potuto darci una grossa mano.

 

CLICCA QUI PER SAPERE TUTTO SUL NAPOLI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy