UFFICIALE – De Laurentiis, firmato l’accordo per il ritiro a Castel di Sangro

Dopo l’annuncio di stamattina e la conferenza per ufficializzare il prossimo ritiro del Napoli a Castel di Sangro, arriva anche la firma del Presidente De Laurentiis. Proprio sul suo profilo Twitter ufficiale il presidente azzurro ha pubblicato la foto della firma sul contratto.

ARRIVA LA FIRMA PER IL RITIRO

Ufficiale quindi il prossimo ritiro del Napoli a Castel di Sangro, questo quanto scritto dal patron azzurro De Laurentiis sul suo profilo twitter: “Firmato l’accordo per il prossimo ritiro a Castel di Sangro”.


LA CONFERENZA DI DE LAURENTIIS

A partire dalle ore 11:30 all’Hotel Britannique si è tenuta la presentazione del Napoli del ritiro a Castel di Sangro, che si terrà dal 29 agosto fino al 9 settembre, con date che saranno precisate e ufficializzate quest’oggi. All’evento era presente il presidente Aurelio De Laurentiis con alcune rappresentanze della Regione d’Abruzzo. Queste le sue parole: “Castel di Sangro la conoscevo di nome e quando ci sono arrivato – il coronavirus ha posto dei limiti – siccome ci trascorrevo spesso la primavera da quelle parti, ho chiamato il sindaco di Roccaraso. Lui mi ha invitato e sono rimasto affascinato da una bellezza che non conoscevo. Al di là del fatto montano, Castel di Sangro ha strutture ottime. Un campo di calcio, uno stadio appositi e con la possibilità d’illuminazione necessaria per la ripresa perfetta dei match. Tutto progettato per gli Europei dell’Under-18″.

I rapporti con l’Abruzzo“Si dice che siano tosti ma alla fine abbiamo fatto un accordo per sei anni, subito. Quindi resta l’accordo col Trentino. Dopo il ritiro e il riposo dei calciatori, ci si sposterà da loro in Abruzzo. Se voglio invitare il City, a Dimaro dove lo metto? Bisogna spostarsi a Trento ed un’ora di macchina! Io allora sono contento di aver trovato una nuova famiglia. Poi da cosa nasce cosa”.

Le date del ritiro“Se usciamo l’8 contro il Barcellona, diamo 12 giorni di riposo ai calciatori e il 20 andiamo a Castel di Sangro. Altrimenti, se dovessimo proseguire, lo sposteremo di quei 12 giorni. La Lega aveva impostato un mese fa l’idea di riprendere il campionato il 12 settembre, ma se uno deve dare riposo e far allenare le squadre e, posto che il 31 agosto fino all’8 settembre ci sono le Nazionali, che prepari? Poi chi ha l’Europa guarda caso fattura anche per gli altri. Se gli altri vivono, è per quelle 6-7 squadre teste di serie che creano interesse nelle televisioni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy