La Uefa studia la Champions del futuro. Se la Serie A termina qui si decide in base al ranking: la posizione del Napoli

Questa settimana può divenire quella più importante per la Uefa a lavoro per definire il futuro delle competizioni europee. La Champions League e l’Europa League sono ferme per la pandemia da Coronavirus che sta falciando il mondo. I dirigenti del calcio di tutto il mondo vogliono capire quando ripartire nel rispetto della salute pubblica. Devono essere assegnati gli Scudetti, definite le promozioni e le retrocessioni. Ma soprattutto devono essere assegnate le Coppe Europee. E’ una questione soprattutto di bilancio e fatturato.

Gli appuntamenti

Uefa, i possibili scenari

L’edizione odierna de La Repubblica ha fatto il punto della situazione ed ha annunciato i prossimi impegni del comitato Uefa. Il calendario è fitto di impegni con la videoconferenza, in programma oggi, tra le 55 federazioni. Domani, invece, incontro con l’Eca, le leghe nazionali ed il comitato dei calendari che, con ogni probabilità, si muoveranno tra il ed il 29 agosto. Infine, giovedì è atteso l’incontro del comitato esecutivo.

Il caso Italia

Uefa, il caso Italia

LA SERIE A RISCHIA LA CONCLUSIONE ANTICIPATA: QUI PER I DETTAGLI

Intanto si cerca di capire cosa potrebbe accadere se ci dovesse essere una forzata chiusura dei campionati da parte dei governi. Con particolare attenzione alla Lega Serie A, il portale online ha fatto il punto della situazione:

“Se la decisione dovesse spettare al consiglio federale della Figc verrebbero indicate all’Uefa per le Coppe europee 20-21 le prime della classifica di questa annata: quindi, in Champions andrebbero Juventus, Lazio, Inter e Atalanta. Ma le Federazioni decidono quando i campionati sono conclusi. Esiste quindi un’altra possibilità, che a decidere sia l’Uefa, visto che la questione potrebbe riguardare non solo l’Italia: si prenderebbe in esame il ranking Uefa. In questo caso in Champions andrebbero Juventus (n.5 nel ranking), Roma (n.15), Napoli (n.16) e Lazio (n.36). Resterebbero fuori Inter e Atalanta, rispettivamente n.50 e 51. Tutto è ancora da stabilire, ma l’ultima parola potrebbe spettare a Ceferin”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy