Tottenham-Everton, Mourinho mantiene la parola: abbraccio ad Ancelotti

Tottenham-Everton, José Mourinho ha mantenuto la promessa della vigilia ed è andato ad abbracciare Carlo Ancelotti. Le norme precauzionali anti-covid impediscono il contatto diretto, ma l’allenatore portoghese voleva ad ogni costo salutare il collega per cui ha espresso grande stima e considerazione.

In conferenza stampa lo Special One aveva spiegato:

“Penso che tutti nel calcio ammirino Ancelotti come allenatore e come persona. Non è perché mi piace così tanto come persona che sto per dire l’ovvio: credo che sia uno dei migliori allenatori al mondo negli ultimi 20 anni e ovviamente lo è ancora oggi. Penso sia un privilegio per la Premier League aver ritrovato Ancelotti come manager, è un privilegio per il Tottenham avere Carlo come avversario”.

Mourinho e la promessa per Ancelotti

LONDON, ENGLAND – JULY 06: Jose Mourinho, Manager of Tottenham Hotspur embraces Carlo Ancelotti, Manager of Everton during the Premier League match between Tottenham Hotspur and Everton FC at Tottenham Hotspur Stadium on July 06, 2020 in London, England. Football Stadiums around Europe remain empty due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in all fixtures being played behind closed doors. (Photo by Adam Davy/Pool via Getty Images)

“Qualche ufficio in una delle sue case è pieno di coppe, quindi non ha bisogno di nessuno che parli bene per lui. Come persona, sono fiero di aver avuto il privilegio di condividere con lui diversi momenti, come nei meeting Uefa. Penso sia un ragazzo fantastica, credo che romperò le regole del distanziamento sociale per abbracciarlo, mi piace troppo. Devo mantenere il metro di distanza? Infrangerò le regole e lo abbraccerò, adoro Carlo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy