Torino, Rincon: “Non credo si possa riprendere questo campionato. Una vera mancanza di rispetto”

Con l’incontro in programma domani per la Serie A, potrebbero essere fatti ulteriori passi avanti circa la ripresa del campionato. Tutto è, infatti ancora fermo per l’emergenza Coronavirus. Non solo il calcio giocato ma anche gli allenamenti con i calciatori che devono attendere in casa. Ma soprattutto con i calciatori costretti a proseguire nella preparazione presso i rispettivi domicili. L’obiettivo, però, è quello di tornare in campo. Qualcosa che alcuni calciatori sostengono non essere necessario se messo a confronto con la salute pubblica. Di questo parere è Tomas Rincon, attaccante del Torino, il quale ha dato il via ad una raccolta fondi a sostegno di chi ogni giorno lotta contro il virus. Di seguito le parole riportate dall’ANSA.

Il parere di Rincon

Torino, Rincon

“Non posso pensare oggi di riprendere a giocare quando sento che muoiono centinaia di persone in Italia ogni giorno. Mi sembra anche una mancanza di rispetto. Per dirla tutta non sono nemmeno sicuro che si possa riprendere questo campionato. Ci sono interessi delle società e lo capisco, noi siamo disposti a tornare quando però ci saranno le condizioni di salute.

Alla gente del Venezuela dico di stare a casa, perché il coronavirus non può proprio essere sottovalutato. Purtroppo cominciano a mancare delle cose e c’è il rischio che le persone si muovano: però tenete duro e state a casa. Il virus è arrivato e questo aggrava la crisi, la gente sta a casa, non lavora, manca la luce: le due cose sommate rendono tutto più difficile”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy