Tommasi ed Ulivieri sostengono Gravina ed il taglio degli stipendi: “Non ci possono essere tabù”

Affrontare il Coronavirus diventa ogni giorno sempre più difficile visto il crescente numero di contagiati anche in Serie A. L’ultimo, in ordine di tempo è il centrocampista della Juventus, Blaise Matuidi che si aggiunge a Daniele Rugani. Poi sono stati segnalati 7 casi in casa della Sampdoria, 3 in casa della Fiorentina ed un solo caso, invece, nella compagine del Verona. Una situazione che ha costretto la Serie A ad un lungo stop con il ritorno in campo ancora impossibile da definire. Tale questione ricade anche sui mancati guadagni delle rispettive società da parte di televisioni, sponsor e stadi chiusi. Un tema quello della sostenibilità nel mondo del calcio analizzato anche da Damiano Tommasi, presidente dell’Assocalciatori. Di seguito le dichiarazioni rilasciate ai microfoni del mezzo stampa ANSA. L’uomo ha sostenuto l’opinione di Gravina circa la possibilità di decurtare gli stipendi dei calciatori. 

Le parole di Tommasi

Tommasi, le parole sui calciatori

“Il tema della sostenibilità del sistema calcio durante e dopo questa crisi globale è ovviamente tema di estremo interesse per tutti quelli che vivono in questo sistema, calciatori compresi. Tutti abbiamo l’interesse che l’equilibrio economico venga preservato e proprio per questo dobbiamo valutare tutti gli elementi del momento. Mancati introiti, rinvio delle competizioni, cancellazione di eventi, contributi governativi, aiuti federali, sostegno delle istituzioni internazionali. Tutti questi elementi ci diranno quale sarà il ruolo dei calciatori”.

Il commento di Ulivieri

Tommasi, il commento di Ulivieri

Non si è fatto attendere il commento di Renzo Ulivieri, presidente di Assoallenatori, riportato dal portale online della Gazzetta dello Sport

“È presto per una cosa del genere, bisognerà esaminare tante cose, è un discorso che dovrà essere valutato con calma. In una situazione così non ci possono essere tabù. Bisognerà sedere tutti attorno a un tavolo in tempi che non sono questi. Però prendiamo sul serio il discorso del presidente Gravina”. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy