AIC, Tommasi: “Tagli stipendi? Sta ai calciatori decidere”

In questi giorni avanza sempre più insistentemente l’idea della riduzione degli stipendi dei calciatori per il periodo di inattività. Tutto per limitare la perdita economica da parte dei club per lo stop al campionato. A parlare di ciò è intervenuto anche il presidente dell’AIC, associazione italiana calciatori, Damiano Tommasi. L’ex centrocampista di Roma e Verona è intervenuto ai microfoni di RadioRai durante la trasmissione Radio Anch’io Sport: “La Serie A si sta allineando con il Paese, finalmente. Domani ci sarà una riunione in Lega dove si parlerà anche del possibile taglio agli stipendi dei calciatori. Io penso che i dipendenti dovrebbero prima parlare con i datori di lavoro, non si possono prendere decisioni unilaterali. Ho preso contatti con gli altri rappresentanti dei calciatori in Europa ma non abbiamo parlato del possibile taglio degli stipendi. Il Barcellona ha parlato con i suoi quattro capitani ma non so se la decisione è stata presa dalla società o dalla squadra. Ho parlato anche con il presidente della Lega A Dal Pino, parleremo di questo ma non in questo momento, dove ci sono altre priorità.

Tommasi sui possibili scenari del campionato italiano

Tra le tante ipotesi sulla ripresa del campionato, Tommasi parla anche di quella della conclusione ad agosto: “Se si potesse tornare a giocare sarebbe una notizia positiva, vorrebbe dire che la situazione sarebbe tornata normale. Giocare avanti con la stagione comporta intervento nei contratti dei giocatori e spostamento delle competizioni, con la stagione 2020/21 che subirebbe delle altre variazioni. Vedremo cosa succederà: sarebbe un sogno tornare a giocare questa estate. Una situazione come quella attuale è veramente eccezionale, è impossibile riuscire a prevederla e di conseguenza è molto difficile prendere decisioni. Alcuni pensano al particolare ma siamo tutti collegati a un fenomeno globale. In questo contesto bisogna trovare una soluzione, senza pensare soltanto al proprio ambito. I giocatori sicuramente avranno bisogno di qualche settimana per ritornare in condizione. In questo momento è impossibile programmare una ripresa”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy