AIC, Tommasi: “Giusto un accordo per le partite in chiaro, l’obiettivo è ridurre gli assembramenti”

Il presidente dell’AIC, Damiano Tommasi, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio1. Queste alcune delle sue dichiarazioni in merito alla possibilità di trasmettere le gare di Serie A in chiaro. La soluzione permetterebbe di ridurre gli assembramenti.

LE PAROLE DI TOMMASI

Penso si possa trovare un accordo. Serve che broadcaster, Lega e Governo si siedano insieme a discutere. Credo che in un momento del genere sia normale cercare soluzioni eccezionali in casi eccezionali. C’è un contratto firmato tra le televisioni e la Lega Serie A. L’accordo va tutelato, ma d’altra parte credo sia legittimo da parte del Governo cercare di evitare assembramenti permettendo ai tifosi di poter seguire le partite da casa”.

LA RIPRESA DELLA SERIE A

L’orario delle 17.15 è sicuramente il più pesante, le temperature saranno troppo alte e per i calciatori sarà davvero difficile giocare. Stando a quanto riportato dall’ANSA però, si tratterebbe soltanto di 10 partite su 124 che si disputeranno alle 17.15 e tutte nei turni del fine settimana (l’ultimo di giugno e quattro a luglio), inoltre nessuna di queste sarà a Napoli e Lecce.

In attesa che sia ufficializzato il calendario per la ripresa del campionato, la maggior parte dei match si giocheranno alle 21.30 mentre una cinquantina alle 19.15.

Nessuna squadra, inoltre, giocherà più di due partite in diurna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy