Barcellona, Ter Stegen: “Non vedo molto calcio e non ricordo i nomi dei miei avversari. Coronavirus? Bisogna stare a casa”

Marc-Andrè Ter Stegen, portiere del Barcellona, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de El Pais. Oltre a parlare del San Paolo, ha svelato di non guardare molto calcio. Spesso, infatti, non conosce il nome dei suoi avversari perché ha una pessima memoria. Di seguito le sue parole.

TER STEGEN SI RACCONTA

Ter Stegen

Non vedo molto calcio, solo quando ci sono partite interessanti o se so che gioca un mio amico. A volte mi chiedono il nome di un calciatore e non ho idea di come si chiami. Ho una pessima memoria. In Spagna mi succede con i nomi degli avversari, non li so. Poi se mi fanno vedere il video capisco benissimo chi sono, come si muovono in campo e come giocano. È una cosa un po’ strana…”

Sull’emergenza Coronavirus: “Sono molto calmo, il calcio non è una priorità. Bisogna stare a casa. A Barcellona ho cercato, sin dal primo giorno, di integrarmi il più rapidamente e nel migliore dei modi nella cultura spagnola e catalana. Mi hanno sempre fatto sentire il benvenuto, sia a me che alla mia famiglia. E ci sono cose qui che mi piacciono, come il cibo, il tempo e il mare. Ma resto sempre molto tedesco, sono un tipo molto puntuale”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy