Barcellona-Napoli, il virologo Tarro: “Bisognava seguire il CTS, non l’UEFA”

Sabato 8 agosto il Napoli andrà a Barcellona per sfidare al Camp Nou i blaugrana. Nonostante in Catalogna i casi di Coronavirus stiano aumentando, l’UEFA non ha deciso di spostare la sede del match: tutto invariato. Una scelta che ha fatto piuttosto discutere. Su tale tema è intervenuto il virologo Giulio Tarro a ilnapolionline.com.

Coronavirus, il virologo Tarro su Barcellona-Napoli

Barcellona Napoli
Barcellona Napoli (Photo by Michael Steele/Getty Images)

Di seguito le dichiarazioni del professor Giulio Tarro:

Barcellona-Napoli? Io credo che il comitato tecnico scientifico in Spagna debba avere l’ultima parola sulla decisione della sfida a Barcellona. L’UEFA deve solo confermare le parole degli esperti in materia. Parlando di salute delle persone chi governa il calcio non può cambiare idea, ma solo attendere quelle del cts

Su Gattuso

Io credo che il signor Gattuso, al di là che sia del Nord o del Sud, abbia dimostrato di essere un allenatore molto preparato e si sia visto il gioco di squadra. Elemento fondamentale per l’aver ottenuto il trofeo della Coppa Italia. Quando si arriva a certi traguardi, non c’è una persona che prevale sugli altri, ma l’intero collettivo

Sulla Juventus

Ci dovessimo basare sul traguardo conquistato, lo scudetto, sicuramente il mister ha raggiunto l’obiettivo finale. E’ chiaro che Sarri è stato preso per allenare i bianconeri per il gioco, allora certamente non ha raggiunto il tanto atteso traguardo. Ora c’è la Champions League e mi auguro che i tanti campioni che fanno parte della Juventus, possano incidere per la conquista dell’obiettivo internazionale

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy