Repubblica sulla Supercoppa: “Tra La Juve e il Napoli il gap è mentale, azzurri non abituati a vincere”

Vincere la Supercoppa avrebbe di certo consentito al Napoli di guardare al resto della stagione con un pò di ottimismo in più. Così non è stato e adesso, ancora una volta, in casa azzurra tocca raccogliere i cocci e rimetterli insieme. L’edizione odierna de La Repubblica si è soffermata sulle motivazioni della sconfitta dei partenopei contro la Juventus. Di seguito quanto scritto sul quotidiano a riguardo.

“Gattuso ha pagato dazio alla serata ‘no’ di molti big”

gattuso
Gennaro Gattuso (Photo by SSC NAPOLI via Getty Images)

Ecco quanto scritto sull’edizione odierna de La Repubblica circa la finale di Supercoppa in cui gli azzurri sono stati battuti dalla Juventus:

“Vincere abitua a vincere, e proprio il non essere abituati a vincere ha giocato una brutto scherzo in casa Napoli. Oltre l’errore di Insigne, Gattuso ha pagato caramente la serata ‘no’ di tanti big. La sensazione è che fossero paralizzati dalla tensione. Emblematiche le lacrime del capitano, ma anche le prestazioni di Manolas, Zielinski e Bakayoko. Questi ultimi, con la loro esperienza e con la loro personalità, avrebbero dovuto guidare la squadra. Invece così non è stato. È una costante che si ripete nel tempo, a prescindere da chi sia l’allenatore. Le sfide si vincono unendo la tecnica alla psicologia. Gli azzurri, a livello di mentalità, sono ancora molto indietro rispetto alla Juventus”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy