Caso Suarez, l’avv. Turco: “Ho solo messo in contatto il calciatore e l’università”

Nelle ultime ore alcune intercettazioni hanno fatto esplodere il caso Suarez. Il calciatore nei giorni scorsi ha preso parte ad un esame per ottenere la cittadinanza italiana. Un test ampiamente superato dal calciatore ma finito al centro di un’inchiesta della Procura. Le intercettazioni hanno rivelato, infatti, di una combine con la stessa Università di Perugia che avrebbe aiutato il calciatore a superare l’esame.

CLICCA QUI PER L’ANNUNCIO DI SPADAFORA

Caso Suarez, parla l’avvocato Turco

suarez
JEDDAH, SAUDI ARABIA – JANUARY 09: Luis Suarez of Barcelona reacts to a referee’s decision during the Supercopa de Espana Semi-Final match between FC Barcelona and Club Atletico de Madrid at King Abdullah Sports City on January 09, 2020 in Jeddah, Saudi Arabia. (Photo by Francois Nel/Getty Images)

Oggi è arrivata anche una nota da parte del legale torinese Maria Turco, appartenente allo studio Chiappero, il cui nome è comparso nelle suddette intercettazione. La sua persona sembrerebbe, però, non comparire nella lista delle persone indagate.

“Nelle mie funzioni di legale ho messo in contatto lo staff del calciatore Luis Suarez con l’Università per Stranieri di Perugia. Tale contatto faceva seguito alla verifica dei requisiti necessari per l’ottenimento della cittadinanza italiana e alla constatazione che il calciatore non fosse in possesso del certificato B1, richiesto dalle normative in vigore. H interloquito con il Servizio Relazioni Internazionali Erasmus e Mobilità della stessa università per avere e trasmettere le indicazioni burocratiche circa l’erogazione del corso on line e l’eventuale successiva iscrizione all’esame in oggetto. Nel corso di quelle conversazioni telefoniche, infatti, ho espresso chiaramente la richiesta che la procedura di esame avvenisse”in presenza”. Senza alcun tipo di trattamento di riguardo rispetto a qualsiasi altro candidato. Presumo che un’analisi attenta di tali conversazioni potrà dimostrarlo senza ombra di dubbi”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy