Osimhen, ritorno alle origini: il documentario sulla sua infanzia in Nigeria

Victor Osimhen nasce il 29 dicembre 1998 a Lagos, una città della Nigeria di 16.348.100 abitanti, la più grande dell’Africa e la quarta città al mondo per popolazione. Un giovane che ha dovuto faticare per diventare un calciatore professionista, inseguendo un sogno in cui non ha mai smesso di credere. Il profilo Instagram Naija Footballers, specializzato in analisi e storie di calcio e calciatori nigeriani, ha svelato il teaser trailer di un documentario sulle origini dell’attaccante.

La storia di Osimhen raccontata in un documentario

Osimhen Napoli rilancio
(Photo by Maja Hitij/Bongarts/Getty Images)

Questo secondo trailer si apre con un’intervista ad una vicina che conosceva il piccolo Victor, che spesso veniva inviato a comprare dei fagioli. A volte tardava nel portare questa spesa, dopo aver preso i soldi, e affermava sempre di essere stato occupato con gli allenamenti. La vicina si definisce come una madre per lui: “Victor per me è come un figlio”. Un grande legame che lo lega a chi lo ha aiutato quando era poco più di un bambino.

Nei giorni scorsi La Gazzetta dello Sport aveva raccontato: “Nella grande discarica a cielo aperto di Lagos, in Nigeria, ci andava a caccia di scarpe da calcio. Dalle montagne di immondizia a volte ne usciva con un paio ricomposto di marche differenti, da rattoppare, ma buone lo stesso per giocare per strada. […] Fare gol e fuggire dalla miseria in cui è cresciuto, orfano di madre, costretto a vendere bottigliette d’acqua per sopravvivere. Quella vita di ristrettezze in uno dei quartieri più malfamati della megalopoli nigeriana, è ormai lontana”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy