Il Mattino – Serie A, ancora nessuna linea comune per il taglio degli stipendi: club verso l’autonomia

A partire dalle 10 di oggi, la Lega Serie A tornerà di nuovo in campo. Ma non per giocare bensì per capire come poter proseguire insieme. La videoconferenza che andrà in scena nella giornata odierna ha due importanti obiettivi. Il primo è relativo a quando sarà possibile tornare in campo E’ ancora difficile dirlo non essendo superato lo stato di emergenza quindi verranno fatte diverse proposte. Tra queste anche quella pronunciata ieri da Gravina presidente della Figc, circa la possibilità di giocare anche a Settembre ed Ottobre per chiudere questa stagione. Altro tema caldo è quello relativo al taglio degli stipendi. Soluzione indicata per aiutare i club che, al termine di tale emergenza, potrebbero ritrovarsi in una grave crisi economica.

La strategia

Serie A
 

L’edizione odierna de Il Mattino ha chiarito che il taglio degli stipendi verrà discusso nella videoconferenza di questa mattina. Nei giorni scorsi sono stati fatti i primi tentativi con i dirigenti dell‘Aic. Questi, però hanno rifiutato la prima proposta, in cui veniva indicato il congelamento di ben quattro mesi di stipendi. La risposta dell’associazione prevede il congelamento di un solo mese ovvero quello di Aprile. Oggi si cercherà di trovare una soluzione comune a tutte le società di Serie A,esclusa la Juventus che ha trovato già il suo accordo interno. Nel caso l’incontro di oggi dovesse avere un esito negativo, allora sarà compito di ogni società muoversi in modo autonomo. Per quanto riguarda il Napoli, svela il quotidiano, tutti attendono di capire come si muoveranno le altre società.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy