CdS – Serie A, si rischia di scendere in campo fino al 15 Luglio: la clamorosa rivelazione

Sono 124 i match che separano la Serie A dal decretare la squadra vincitrice dello Scudetto. Ed, inoltre, dal definire chi andrà a giocarsela in Europa e che, invece, dovrà tornare in Serie B. Un numero esorbitante di sfide che devono essere riprogrammate, ma quando? Definire una data per riprendere da dove abbiamo lasciato è praticamente impossibile. Come impossibile appare riuscire a ricominciare i primi di Aprile. Come riferisce il Corriere dello Sport, gli ottimisti pensano di poter ripartire il 26 Aprile, i pessimisti ma realisti, invece, sono certi che tutto sarà rimandato categoricamente dopo le prime settimane di Maggio. Una situazione, quindi, particolarmente complessa se considerata anche la necessità di partecipare alle competizioni europee.

La possibile soluzione

Serie A

Una situazione che costringerebbe i club ed i calciatori ad un immane fatica. Nel caso pessimista, nemmeno giocare ogni tre giorni potrebbe permettere di chiudere il campionato entro il 30 Giugno. Ed ecco, quindi, che si cerca di correre ai ripari e di trovare una nuova soluzione. Il Corriere dello Sport ha provato a fare una panoramica della situazione. La prima iniziativa è quella di prolungare i contratti dei calciatori in scadenza il 30 Giugno. La seconda è quella di prolungare ulteriormente il campionato di metà mese e permettere, quindi, alle squadre di giocare addirittura fino al 15 Luglio. Una decisione questa che influenzerebbe anche la prossima stagione di Serie A che prenderebbe il via agli inizi nel mese di Settembre e non oltre perchè, poi, ci saranno gli Europei nella prossima stagione. Una soluzione deve essere trovata anche perchè, come evidenzia il quotidiano, assegnare il titolo alla Juventus scatenerebbe più di una polemica.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy