Serie A, attesa per il decreto di Conte di mercoledì: si rischia lo stop definitivo

L’edizione odierna de La Repubblica riferisce un braccio di ferro tra il Governo Conte e la Serie A. La questione del dibattito verte, inevitabilmente, sulla possibilità di riprendere il campionato. Il rischio, però, è che mercoledì in conferenza il Presidente del Consiglio si allinei alla decisione già presa in Francia. Stando al quotidiano, oggi in edicola, potrebbe arrivare lo stop definitivo.

IL NUOVO DECRETO DEL GOVERNO CONTE POTREBBE CHIUDERE LA SERIE A

Serie A Conte

Questo uno stralcio di quanto scritto sul quotidiano.

Il calcio ha vinto almeno il primo braccio di ferro col governo. O almeno col ministro Spadafora, ritenuto dalla Serie A il maggior ostacolo alla ripresa del campionato. La retromarcia è lontana, ma ieri anche il ministro s’è piegato, dopo che 4 regioni a guida Pd (più la Sardegna) hanno aperto agli allenamenti anche per i calciatori, a patto di garantire la distanza di sicurezza tra singoli: almeno 5 squadre apriranno i campi ai giocatori, derogando al dpcm. Per questo Spadafora ha dato mandato al Comitato scientifico di valutare se autorizzare i club ad aprire i centri sportivi ai giocatori. Oggi la decisione, ma già da ieri circola una bozza con il via libera: una vittoria del calcio oppure un giallo? Certo le resistenze di Spadafora restano fortissime: la “guerra” è solo all’inizio.

Tre calendari per la Serie A La palla infatti resta nelle mani del governo: mercoledì il nuovo decreto del premier Conte potrebbe chiudere definitivamente il campionato proprio su input del comitato scientifico. Anche se la Serie A spera e si aggrappa alla Premier, che ha votato compatta per la ripresa del campionato, e alla Germania. Anche la cancelliera Merkel dovrebbe pronunciarsi mercoledì prossimo: i centristi di Angela sono favorevoli al semaforo verde alla Bundesliga e la Spd espone il rosso: se lì si ripartisse – è il pensiero dei club italiani – anche rimettere in moto il campionato italiano sarebbe più semplice.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy