Serie A, concluso il Consiglio di Lega: prove di ripresa. Nessun passo indietro sui diritti tv

Quest’oggi si è tenuto il Consiglio di Lega di Serie A per discutere sulla ripresa del campionato. Gli argomenti principali, quindi, hanno riguardato le date per ripartire ed il rapporto con i broadcaster. L’ipotesi, al momento, sarebbe quella di scendere in campo con i recuperi per il 13 giugno, ma venerdì verrà trattato l’argomento con maggiore chiarezza. Giovedì, infatti, il Ministro Spadafora dovrebbe decidere se ci sono le condizioni per riprendere. Per i diritti televisivi futuri, invece, resta la volontà di non fare sconti.

RIPRESA DELLA SERIE A

Ripresa Serie A

Di seguito quanto riportato da TuttoMercatoWeb in merito alla discussione del Consiglio di Lega.

“Le società di massima serie inoltre aspettano il pagamento dell’ultima rata relativa alla stagione 2019/20 in virtù dell’imminente ripresa del campionato. Sia questa posizione, che quella riguardante il calendario di giugno e luglio, saranno sottoposte domani in assemblea.

Calendario: ipotesi ripartenza dai recuperi – Per quanto riguarda il calendario le date di ipotetica ripresa delle gare sono quelle già anticipate: 13 o 20 giugno. L’ipotesi preferita resta partire il 13 con i recuperi (Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari, Inter-Sampdoria e Torino-Parma) e poi a cascata finire il campionato, mettendo così tutte le squadre in situazione di parità di gare, utile anche a determinare le griglie per eventuali playoff/playout senza complicati calcoli matematici”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy