Riapertura stadi, Spadafora spegne le polemiche: “Non riguarderà solo la Serie A, linea unica per tutte le leghe”

Stadi aperti in Serie A. Dopo l’autonoma presa di posizione da parte di alcune regioni, in primis l’Emilia Romagna, ieri l’incontro coi ministri Spadafora e Boccia ha esteso la decisione all’intero territorio nazionale. Fino al prossimo decreto, che sarà emanato il 7 ottobre prossimo, ogni fine settimana saranno ammessi all’interno degli impianti di Serie A 1000 persone. Poi, in base alla curva epidemiologica e a questioni logistiche, si deciderà se confermare la decisione e le modalità di applicazione.

Spadafora sulla riapertura degli stadi, oltre la Serie A

Spadafora, l'annuncio sui gol in chiaro
(Getty Images)

Tuttavia, la reazione delle altre leghe, in particolare della Serie B, si è fatta sentire subito. Il Ministro Spadafora ha chiarito con un post su Facebook:

Precedenza alla Serie A che è reiniziata prima, settimana prossima condivideremo una linea unica anche per gli altri.

Fa sorridere che gli stessi che mi hanno sempre accusato di occuparmi di tutti gli sport tranne la serie A, ora mi stiano accusando del contrario.  Come sempre io mi occupo di tutto lo sport. Altri cercano solo pretesti per polemiche poco utili. Oggi si è deciso sulla serie A perché ricomincia questo weekend. E perché ho voluto per equità rendere uniforme una scelta che era stata autonomamente adottata solo da tre Presidenti di Regione.

Gli altri campionati inizieranno il prossimo fine settimana e condivideremo una linea unica per tutti, per evitare le fughe in avanti di queste ore.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy