Renga: “Maradona un’altra cosa, l’ho seguito a Napoli e quando sparì in Argentina”

Il giornalista Roberto Renga ha ripercorso ai microfoni di Radio Punto Nuovo il Mondiale di Italia ’90 e le gesta di Diego Armando Maradona. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Su Italia ’90 ho un ricordo in particolare che racconterei ai miei nipoti: il Mondiale di Maradona. Non c’entra il fatto che io ne sia innamorata, ma nella conferenza stampa pre Italia-Argentina, Diego disse che era stato organizzato per far vincere l’Italia. Diego venne a trovare i giocatori della Nazionale a Marino ed aveva la gamba sinistra praticamente ingessata e giocava con la gamba destra, quella che di solito non funzionava, ma grazie alla quale fece grandi cose.

La partita finì ingiustamente 1-1, e poi la finale. Ero malizioso a quei tempi e dissi “Secondo me l’Argentina non vincerà mai”, Maradona fu comunque protagonista, anche con quel “hijos de puta”. L’ho seguito a Napoli e l’ho ritrovato anche in Argentina quando sparì. Maradona è un’altra cosa rispetto agli altri attaccanti, era un giocatore completo, un leader”.

Gimnasia, Maradona si taglia lo stipendio

Diego ha spiegato la propria decisione ai microfoni di Infobae per aiutare chi è in difficoltà: “Sono i calciatori che muovono il mondo del calcio, senza di loro la giostra sarebbe vuota. Molti ragazzi si sono fatti male, sono stati sfortunati ma non hanno smesso di metterci la faccia, è il momento di sostenerli, di garantire i loro stipendi.

Non tutte le situazioni sono uguali, per esempio in Germania i giocatori hanno guadagnato tanti soldi durante la loro carriera mentre oggi dovrebbero costruire un fondo comune per aiutare chi gioca nelle serie inferiori. Così dovremmo fare anche noi per gli allenatori. Ora invece c’è chi vuole sfruttare questa situazione per evitare di pagare, ma non è il momento di cercare scuse perché i calciatori devono guadagnare per mangiare. Ci sono dei calciatori che non possono permettersi di perdere nemmeno una mensilità, i club devono pagarli”.

BARCELONA, SPAIN – JUNE 29: Goalkeeper Dino Zoff of Italy and Diego Maradona of Argentina in action during the World Cup match between Italy and Argentina on June 29, 1982 in Barcelona, Spain. (Photo by Bongarts/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy