Rapina a Castillejo, arrestati i due delinquenti: la ricostruzione

Sono stati presi i due rapinatori che ieri hanno derubato Samu Castillejo, attaccante del Milan.

Rapina a Castillejo, arrestati i due delinquenti

Milan Castillejo
Castillejo, Milan (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Nella giornata di ieri, intorno alle 18.00, Samu Castillejo è stato protagonista di un terribile quanto spiacevole episodio: è stato derubato. Il calciatore è stato fermato da due rapinatori – uno dei due munito di pistola con cui ha minacciato l’attaccante – e gli hanno sottratto un orologio da valore di 80 mila euro. In seguito i due sono scappati in sella a due diversi scooter. Il tutto è accaduto in piazza Principessa Clotilde a Milano.

Il giocatore ha subito espresso il suo disappunto e sgomento sui social con una storia che recitava: “Ma a Milano tutto a posto?”. Dopodiché si è recato dalla Polizia per sporgere denuncia.

Il ritrovamento dei rapinatori

Rapina a Castillejo, arrestati i due delinquenti (Getty Images)

Oggi arriva la buona notizia: i due rapinatori sono stati beccati a ben 400 km di distanza. I delinquenti sono stati arrestati dalla Polizia a Bettolle, in un’area di servizio in provincia di Arezzo sull’autostrada A1. I poliziotti hanno rintracciato questi due italiani, sulla trentina, grazie all’identikit fatto dal rossonero il giorno prima in questura.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy