Quagliarella dona agli ospedali e invita i compagni: “Ricordatevi che lavoro facciamo”

L’emergenza coronavirus mette in ginocchio gli ospedali di tutta Italia: tanti calciatori stanno facendo la propria parte, Fabio Quagliarella non si è tirato indietro. Nato a Castellammare di Stabia, oggi capitano della Sampdoria, ha accettato la ‘challenge’ di una notissima pagina social che invitava i calciatori di Serie A a donare in favore degli ospedali.

Una donazione non poteva che essere, poi, all’Ospedale San Martino di Genova, come riferisce l’edizione online de La Repubblica. L’iniziativa è stata promossa dalla stessa Sampdoria. Quagliarella ha invitato tutti i compagni di squadra ad offrire un contributo importante. “Ricordate che lavoro facciamo”, questo il messaggio rivolto nella chat di gruppo della Sampdoria.

Depaoli, le parole
GENOA, ITALY – MARCH 08: Fabio Quagliarella of UC Sampdoria celebrates with Fabio Depaoli during the Serie A match between UC Sampdoria and Hellas Verona at Stadio Luigi Ferraris on March 8, 2020 in Genoa, Italy. (Photo by Paolo Rattini/Getty Images)

Quagliarella e non solo: il Napoli in prima linea per gli ospedali

Il quotidiano poi ricorda le donazioni per gli ospedali di altri napoletani. Fabio Cannavaro, ad esempio, ha donato 30mile mascherine all’ospedale Cotugno e ha promosso una raccolta fondi a favore della Croce Rossa coinvolgendo tutti i campioni del Mondo del 2006. Gennaro Gattuso ha risposto all’appello del capitano del 2006, oltre ad aver acquistato un’ambulanza per l’ospedale di Corigliano-Rossano, in Calabria. Lorenzo Insigne ha donato 100 mila euro per l’ospedale Cotugno, il presidente De Laurentiis ha donato attrezzature a due ospedali partenopei.

De Laurentiis Gattuso
De Laurentiis e Gattuso alla cena di Natale (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy