Paparesta: “Il VAR deve intervenire di più. Contatto Osimhen? Vi spiego”

Gianluca Paparesta, ex arbitro, ha parlato ai microfoni di Radio Crc in merito alle parole di ieri sera di Rizzoli sul VAR. Di seguito le sue parole.

Paparesta: “Il VAR intervenga di più”

 

Calcagno
PALERMO, ITALY – OCTOBER 10: President of Bari Gianluca Paparesta and mediaset journalist Mikaela Calcagno during the EURO 2016 Group H qualifier match between Italy and Azerbaijan at Stadio Renzo Barbera on October 10, 2014 in Palermo, Italy. (Photo by Maurizio Lagana/Getty Images)

 

CLICCA QUI PER SAPERE TUTTO SUL NAPOLI

 

Rizzoli Ieri ho sentito Rizzoli aprire ad alcune modifiche del protocollo Var. Penso che sia uno strumento molto utile, che debba intervenire più spesso. E’ questa la vera novità che mi aspetto. Sono d’accordo con Rizzoli quando dice che bisogna eliminare gli errori di valutazione dal campo quanto più è possibile. Questo si può fare soltanto se gli arbitri al Var richiamino l’attenzione del direttore di gara quando è necessario. In una gara si rischia di andare al Var sei o sette volte? Bene, l’importante è che il Var intervenga per impedire che venga presa una decisione sbagliata.

Chiamata Nel caso il Var intervenisse quando c’è bisogno, potrebbe anche non essere necessario introdurre questa novità. Inoltre dovrebbe essere regolamentata bene, perché c’è il rischio che qualcuno la utilizzi per interrompere il gioco in maniera strumentale.

RocchiE’ una figura che mi convince. Anzi, io gli darei più poteri. Mi piacerebbe che Rocchi, Rizzoli o chi per loro, parlassero dopo ogni giornata di campionato, così da spiegare ai tifosi e ai media il metro di giudizio adottato. Così si eliminerebbero tante polemiche, ma vedo che gli arbitri sono ancora restii a parlare con i giornalisti.

Napoli-SassuoloPenso che il Var non potesse intervenire per stabilire l’entità della trattenuta di Marlon su Osimhen. Avrebbe potuto farlo per stabilire se il contatto si fosse concretizzato dentro o fuori dall’area di rigore. Per capire il Var, basta rivedere l’episodio del contatto tra Di Lorenzo e Raspadori. L’arbitro centrale l’ha potuto valutare al meglio soltanto perché la sua attenzione è stata richiamata dal Var. Dovrebbe essere sempre così. Eviterebbe esborsi economici notevoli. 

 

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy