CdS – Il Napoli organizza la ripresa: a Castel Volturno come in ritiro estivo. Controlli ogni tre giorni e divisione degli spazi

Il Napoli si appresta a organizzare la ripresa degli allenamenti. Molto probabilmente a partire dal 4 maggio sarà possibile ritornare in campo per gli allenamenti, in attesa delle date ufficiali per il campionato di Serie A e le coppe che restano sospese.

Stando a quanto riferisce il Corriere dello Sport, Castel Volturno ne uscirà blindata:

Il primo step, imprescindibile, sarà ovviamente assicurarsi i kit per i test rapidi Covid-19 che si aggiungeranno a tutti gli altri esami richiesti. Il Napoli, come tutti i club di Serie A, sta lavorando per ottenerli in quantità tali da poter sottoporre i giocatori e gli staff ai controlli ogni tre giorni. Il primo, dicevamo, alla vigilia del ritorno in strada, cioè al centro sportivo di Castel Volturno: in casa.

L’organizzazione del Napoli

L’idea al momento è quella di organizzare un ritiro, che permetta agli azzurri di pernottare a Castel Volturno, utilizzando i servizi dell’hotel presente all’intento del Centro Sportivo. Tuttavia, al momento sono in corso dei lavori di manutenzione, quindi è da capire quanto sarà possibile. Ognuno dei calciatori avrebbe una propria stanza e farebbe la doccia in camera.

Inoltre, gli ambienti comuni potrebbero essere frequentati a piccoli gruppi rispettando le distanze. Ugualmente vale per il lavoro in campo e in palestra, così come per la sala medica.

La preparazione potrebbe essere paragonata a quella di un lavoro estivo, si partirà praticamente da zero, ma l’aspetto più preoccupante resta la gestione delle interazioni tra la squadra e tutti i collaboratori esterni.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy