“A lezione di tattica con mister Conte” – Napoli-Parma spiegata col subbuteo! VIDEO

Nella rubrica “A lezione di tattica da mister Bruno Conte” (contributo video a cura di Bruno Conte, il nostro tecnico con tanto di “patentino”) lo scopo è quello di evidenziare attraverso il “mitico” subbuteo le trasformazioni tattiche del match giocato dal Napoli (guarda il video in allegato a questo articolo). Ma prima una breve presentazione della partita andata di scena l’altro ieri al Maradona.

Napoli Parma, il grande sussulto dell’incontro: l’abbraccio della squadra con Gattuso

Getty Images

Gattuso, alla ricerca dell’equilibrio tattico, continua col 4-3-3, optando per un’interpretazione diversa del modulo: con Petagna il reparto offensivo è più ragionato. Il centravanti ex Spal funge da raccordo rispetto alla verticalità data da Lozano centravanti (com’è noto, che anche il Chucky sta occupando questa posizione di tanto in tanto). Il Parma che arriva al Maradona con il peggior attacco del campionato – sono solo 14 i gol all’attivo – non è mai pericoloso, ma neanche il Napoli lo è a voler essere sinceri.

IL PROFILO DI RINO GATTUSO

In foto: Politano esulta dopo il raddoppio

getty

E’ altrettanto vero che l’azione da gol è un piccolo “manifesto” delle potenzialità inespresse di questa rosa: recupero palla a centrocampo, filtrante tra le linee di Demme per Elmas in mezzo allo spazio e conduzione tecnicamente splendida del centrocampista macedone, aiutato anche dai movimenti “a tagliare e portare l’uomo” di Insigne e Petagna (fino in area di rigore per poi battere Sepe).

CLICCA QUI PER STARE SEMPRE AGGIORNATO

Da segnalare altresì il passaggio al 5-4-1 in fase di non possesso o per meglio dire al 3-4-2-1 con Di Lorenzo e Hysaj da quinti di fascia (tutto questo a partire dal minuto 77′ ). L’obiettivo ovviamente era quello di  fissare il risultato, nonostante un Parma tutt’altro che irresistibile. Adesso, cari lettori, spazio al video! Sperando che la nostra nuova rubrica possa essere di vostro interesse.

Contributo a cura di mister Bruno Conte

©RIPRODUZIONE RISERVATA 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy