È così che il Napoli si ritrova vicino al sorpasso Champions! La tattica di Napoli-Lazio spiegata col subbuteo

Classe e determinazione: Napoli batte la Lazio 5 a 2 in un match spettacolo imponendo il contesto tattico della partita secondo le proprie scelte e ritmi. Il saper, ad oggi, alternare e conciliare nelle pieghe dei 90’ minuti sia uno sviluppo della manovra più palleggiato che quello più diretto in ripartenza è una grande soddisfazione per Gattuso e il suo staff. Così è stato anche con la Lazio. È così che il Napoli si ritrova vicino al sorpasso Champions.

 

Bakayoko scelta obbligata

(Getty Images)

Bakayoko scelta obbligata dal 1’ e ritorno di Mertens al centro dell’attacco: 1-4-2-3-1 che si distende nel 1-4-4-2 in fase di non possesso. Nelle azioni di pressing sulla costruzione bassa della Lazio, azzurri concentrati nei corridoi di mezzo in cui Milinkovic e Luis Alberto tendono a ricevere. Pertanto, Ruiz più stretto e la coppia di esterni Politano ed Insigne che schermavano il passaggio diagonale dei braccetti difensivi biancocelesti.

Il doppio vantaggio iniziale ha permesso al Napoli di sfruttare le qualità in ripartenza e conduzione della batteria di trequartisti. Lazio in difficoltà nelle marcature e coperture preventive a causa soprattutto del movimento perpetuo di Zielinski e dalla capacità di Mertens di raccordo ed attacco della profondità che aiutava ad isolare nell’1vs1 Politano ed Insigne, entrambi in forma strabiliante.

I gol sono da cineteca che evidenziano il talento di interpreti tecnicamente più dotati – il secondo gol di Insigne e il lampo di Mertens su un assist preparato splendidamente da Zielinski – e la forza elettrica di Osimhen servito da Lozano. Al completo, nella sana e giusta competizione tra loro, il reparto offensivo del Napoli è dominante.

Napoli: I gol sono da cineteca

napoli lazio
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

La Lazio è una squadra che ama combinare in velocità, aprendo il campo per le imbucate di Luis Alberto e Milinkovic, appoggiandosi spesso sulla sensibilità tecnica di Correa. La linea difensiva del Napoli brava ad assorbire i movimenti di taglio di Immobile, nonostante gli affanni e i due gol subiti in sequenza sul 4 a 0.

Champions più vicina, anche se continuiamo a dipendere dai risultati di chi sta davanti.

Bruno Conte.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy