De Giovanni: “Playoff ipotesi interessante. Parole Gasperini? Siamo offesi, Napoli ha dimostrato tanto”

Lo scrittore Maurizio De Giovanni ha rilasciato importanti dichiarazioni su Napoli, il coronavirus, i playoff e le parole piuttosto opinabili di Gasperini

Serie A, De Giovanni: “L’idea playoff è interessante”

Maurizio De Giovanni, scrittore e giornalista, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Napoli Magazine Live:

 In questo momento abbiamo un bisogno enorme di normalità e punti di riferimento. È una situazione che non abbiamo mai vissuto, che segnerà una generazione, anche se la mia ha vissuto il colera che però, ricordiamolo, provocò solo una ventina di vittime, contrariamente a quanto, purtroppo, sta accadendo in questi giorni. È tutto molto triste e confrontarsi, anche a distanza, anche virtualmente, è un conforto forte che non dobbiamo disperdere. 

Sul Coronavirus e il calcio

Penso che il calcio tardi ad adeguarsi per tutti gli interessi coinvolti. Eppure il mondo del calcio non è immune, come dimostrano le ultime notizie relative a Rugani e Gabbiadini. Per me è inutile anche immaginare di continuare così, nonostante la partita, come evento, poteva rappresentare un momento di svago, di sfogo, per chi deve rimanere chiuso in casa. Ora come ora non riesco ad immaginare una chiusura regolare della stagione, così come non riesco ad immaginarla per l’anno scolastico anziché per i grandi eventi sportivi o culturali e di varia natura

Sui playoff

Credo che i playoff possano essere una soluzione interessante ma a patto che vengano rinviati gli Europei, perché non credo proprio ci siano margini per giocarli, a maggior ragione con la formula itinerante prevista. Restando a casa possiamo ritrovare un po’ noi stessi, i rapporti familiari che sono sempre più fugaci, ritrovare la dimensione familiare oltre che casalinga, credo possa essere il lato positivo di questa situazione contingente molto negativa

Sulle parole di Gasperini

Abbiamo tutte le ragioni ad essere offesi dalle frasi di Gasperini. Abbiamo dimostrato solidarietà e vicinanza alle popolazioni più colpite che sono tutte al Nord. Voglio ricordare che qui in Campania abbiamo delle professionalità in campo sanitario che sono assolute eccellenze. Anche se costrette, spesso e volentieri, a lavorare in strutture inadeguate. Io non voglio nemmeno immaginare cosa si sarebbe detto se questa epidemia fosse partita dal Sud o a causa degli immigrati, immagino già anche la deriva politica che avrebbe preso. Nella sfortuna e nell’emergenza, invece, abbiamo dato ancora una volta dimostrazione di cultura dell’accoglienza e della solidarietà nei confronti di tutti

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy