Napoli-Crotone, la tattica spiegata col subbuteo: che pressing degli attaccanti azzurri! Demme? Insostituibile

Gol e spettacolo: il Napoli supera il Crotone 4 a 3, registrando musica e assoli d’autore in fase offensiva contrapposti all’horror movie scritto e diretto dalla coppia Manolas – Maksimovic. Fuori Demme, si rivede Bakayoko, in coppia con Ruiz, per il consueto 1-4-2-3-1 di Gattuso. Atteggiamento arrembante del Napoli: pressing ultra offensivo dettato dai ritmi generosi della coppia d’avanti.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO!

Napoli-Crotone, la tattica spiegata col subbuteo

Di Lorenzo
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

Tuttavia, dopo trenta minuti giocati discretamente, Bakayoko e Ruiz evidenziano, semmai ce ne fosse ancora bisogno, quanto e come siano disfunzionali tra loro: più si allontano, più la squadra si allunga e rincorre. Demme è davvero insostituibile. Appannato, invece, Manolas: sul primo gol subito serve Benali in area di rigore, sul terzo perde contatto in marcatura e poi in duello con Simy. Nel mezzo, l’erroraccio di Maksimovic che nel tentativo di “ripulire” il possesso, per ricominciare dal portiere, sbaglia postura e stop lasciandosi fregare da Messias, francamente fuori categoria per i pitagorici.

Fortuna che Di Lorenzo sembra essere ritornato ai livelli dello scorso anno, consapevole che è l’unico modo per figurare tra i 23 di Mancini: dopo un aggiramento da sinistra a destra per stanare la difesa rivedibile di Cosmi, piazza un collo piede sinistro all’angolino. La forza offensiva del Napoli è tracimante ed è guidata dal miglior Insigne di sempre. Il 24 è un numero 10 che detta i tempi di sviluppo e rifinitura della squadra. Basti vedere come abbia costruito e assistito l’azione che porta al gol di Osimhen. Napoli più equilibrato con Zielinski trequartista, certo, ma la “presenza” condivisa di Mertens e Osimhen affascina, soprattutto con avversari che si difendono così bassi. Gli azzurri si avvicinano allo scontro Champions con la Juve con certezze maggiori rispetto ai bianconeri. Sarà una partita diversa rispetto alle ultime sfide. Equilibrio e coraggio, le parole chiave.
A cura di Bruno Conte
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy