Mirabelli: “Napoli e Milan possono puntare allo scudetto, non c’è più la Juve di una volta…”

Ancora qualche giorno e in casa partenopea si potrà tornare a parlare di calcio giocato. Infatti, dopo le controverse vicende di tribunale e la sosta delle Nazionali, finalmente in questo fine settimana ritorna la Serie A. Napoli-Milan è la partita di cartello. Una sfida dal sapore di scudetto dal momento che si affrontano la prima e la terza forza del torneo. Massimiliano Mirabelli, ex dirigente dei rossoneri, ai microfoni di Radio Marte, ha detto la sua riguardo il match e il prossimo futuro del campionato.

Mirabelli: “Non è più la Juve che ammazza il campionato”

Mirabelli Gattuso Napoli
(Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Massimiliano Mirabelli, ex dirigente del Milan, ai microfoni di Radio Marte, ha parlato della sfida tra i rossoneri e il Napoli:

Gattuso? Al di là del fatto che Rino, seppur nella sua breve carriera, abbia avuto difficoltà, l’ho visto lavorare nella Primavera del Milan con dedizione, così come fa ora al Napoli. Ha uno staff di grande livello, ero convinto che la scelta potesse essere giusta. A Napoli sta facendo un grande lavoro, è venuto in un periodo non facile e ha rimesso le cose a posto. Oggi sta continuando una programmazione che lo vedrà protagonista in campionato. Milan? Buona dose di fortuna ma serve anche programmazione. Lì è rimasta una base solida che sta lavorando da anni. Pioli sta facendo un grandissimo lavoro, importante a livello tecnico-tattico e di gruppo, sapendo unire la squadra anche nel momento più difficile. Oggi ci sono grandi frutti. Non so se potrà vincere lo Scudetto ma sarà una squadra ristabilita al meglio”.

“Napoli può lottare per lo Scudetto? Forse capirò poco di calcio ma credo che quello del Napoli sia uno dei migliori organici. La Juventus resta la squadra da battere ma c’è l’incognita dell’allenatore. Anche l’Inter ha una buona struttura ma il Napoli non ha nulla da invidiare a nessuno, ed è stato bravo a mettere qualche pezzo giusto come Osimhen, Lozano e Bakayoko. Bene anche la rinconferma di Koulibaly, ottima operazione di mercato. Il Napoli ha una struttura di squadra importantissima e un allenatore dalle grandi capacità. Il titolo non vedrà più la Juventus ammazzare il campionato: c’è un gruppone di squadre che può ambire, ci metterei anche l’Atalanta. Tra queste, chi avrà la forza di crederci di più alla fine vincerà. Locatelli? Sta andando molto bene, come Kessié e Calhanoglu. Inizialmente dovevano ambientarsi, qualcuno neanche conosceva la lingua. Oggi però il Milan ne sta raccogliendo i frutti e sono contento. Il mio ritorno? Il lockdown non aiuta, mi auguro presto. Ho avuto qualche discorso per l’estero ma non è ancora il momento, però amo la Serie A”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy