Siamo stati a Napoli est, un rito d’amore silenzioso davanti al “Dios umano” di Jorit: VIDEO CN1926

Tutto tace a San Giovanni. Spiegamento di forze dell’ordine per evitare assembramenti di tifosi. C’è solo un drappo bianco con una scritta: “Ciao Diego”

Il “pellegrinaggio” nella periferia orientale

Napoli è in lutto, così come tutto il mondo del calcio e dello sport. Stasera l’aquilone cosmico è volato via per davvero. Quante volte ci ha spaventato il nostro Diego? E quante volte abbiamo tirato un sospiro di sollievo a margine dell’ennesimo ricovero ospedaliero? No, stavolta no, è volato via per sempre. L’abbiamo perso per sempre! Qualche napoletano, appresa la notizia, si è recato a San Giovanni a Teduccio per rendere omaggio alla leggenda del calcio mondiale. Com’è noto, nella periferia orientale della città, a via Taverna del Ferro per l’esattezza, c’è un maestoso murales di Jorit che raffigura Diego Maradona e reca la scritta “Dios es umano”. La situazione a San Giovanni in realtà, per quel che ci risulta, è abbastanza tranquilla. Così come dimostrato dal video in allegato che è stato registrato circa 30 minuti fa, non ci sono assembramenti di tifosi e appassionati. Qualche auto si ferma un minuto o due per omaggiare il Diez di fronte a questo altare di cemento. Il tempo di una preghiera o un di pensiero. Nella piazzetta prospicente l’edificio, sono state spiegate diverse auto delle forze dell’ordine per evitare eventuali assembramenti che sarebbero letali in tempo di Covid. C’è solo un piccolo drappo bianco con una scritta laconica, funesta: “Ciao Diego”.

Clicca qui per essere sempre aggiornato

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy