Montuori racconta: “In Russia c’erano i soldati che sparavano a vista, quando videro Maradona…”

Quest’oggi sono stati inaugurati due murales a Mugnano che raffigurano Diego Armando Maradona. All’evento hanno presieduto molti amici che gli sono stati vicini, tra questi anche Gennaro Montuori, ex capo ultras – detto Palummella – e amico del Pibe de Oro.

Montuori: “In Russia capii che Maradona era l’uomo più importante della terra”

Murales a Mugnano (Foto: CalcioNapoli1926.it)

A margine della presentazione, a Mugnano, dei due nuovi murales dedicati a Maradona, ha parlato il figlio Diego Armando Maradona Junior.

Diego era più grande come uomo che come calciatore. Diego era un ragazzo perbene. Capii che era l’uomo più importante del mondo quando andammo in Russia. Lui arrivò in albergo, non sapevamo ancora se dovesse giocare o meno, mi disse: “Vieni con me”. C’erano anche Claudia e Fernando Signorini. Io dissi: “Non andiamo Diego perché qui c’è il pericolo del golpe”. Lui mi rispose: “Non ti preoccupare!”. Io insistevo: “Diego guarda che non può andarci nessuno… sparano a vista!”. Poi arrivammo lì e vidi i soldati in mezzo alla piazza che buttarono i fucili e gli chiesero un autografo… lì capii che era l’uomo più importante sulla terra!

MARADONA JR.: “HO PERSO IL PADRE CHE HO RINCORSO PER UNA VITA”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy