Maradona Jr. da brividi: “Ho perso il padre che ho rincorso per una vita. Vi racconto di quando guardavamo le partite del Napoli”

Quest’oggi sono stati inaugurati altri tre murales dedicati a Diego Armando Maradona, questa volta a Mugnano. All’evento hanno presenziato il figlio Diego Junior, l’ex ds del Napoli Gigi Pavarese, gli ex calciatori azzurri Antonio Carannante e Massimo Filardi e infine l’ex capo ultrà del Napoli Gennaro Montuori, meglio noto come “Palummella”.

Maradona Jr.: “Ho perso il padre che ho rincorso per una vita intera”

Murales a Mugnano (Foto: CalcioNapoli1926.it)

A margine della presentazione, a Mugnano, dei tre nuovi dedicati a Maradona, ha parlato il figlio Diego Armando Maradona Junior.

Ringrazio per avermi invitato. Io non sono molto bravo con le parole… ma credo che la cosa più bella che possa fare sia rappresentare al meglio mio padre. Mio padre amava Napoli, era un vero napoletano. La cosa più bella è stata vivere con lui le partite del Napoli, magari io davo un pugno sul divano per non fargli vedere la mia rabbia, poi però lui si alzava e gridava: “Va*angul!”. Vivere mio padre, anche per poco tempo… ne è valsa la pena. E’ stata un’esprienza fantastica. Purtroppo noi viviamo in un mondo malato… la gente pensa sempre ai soldi e alla facciata di mio padre. Io invece ho vissuto mio padre a livello familiare. Molti di noi hanno perso un idolo, io però ho perso molto di più, ho perso un padre. Un padre che ho rincorso per tutta una vita. La cosa più bella era viverlo nell’intimità… quando era Diego. C’è una frase di Fernando Signorini: “Io con Diego sarei andato fino in capo al mondo, con Maradona neanche un caffè”. Io no! Io sarei andato in capo al mondo anche con Maradona, ma vi assicuro che Diego era molto più bello

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy