Lozano allontanato da Gattuso: con van Bommel successe tre volte, poi fu addio al PSV. Gli episodi

Mesi decisivi per Hirving Lozano. L’ingaggio del messicano non ha sicuramente portato al Napoli i risultati sperati: il calciatore non è mai riuscito a esprimersi a grandi livelli, nonostante l’investimento di circa 50 milioni della scorsa estate per acquistarlo dal PSV. L’arrivo di Rino Gattuso non ha migliorato la condizione dell’attaccante, la cui posizione è sempre più ai margini della rosa azzurra. Una realtà che sta pesando molto umanamente per Lozano, che aveva individuato Napoli come l’opportunità per il salto definitivo in carriera.

Il culmine pare sia giunto proprio ieri, quando, stando ai racconti del Corriere dello Sport, Lozano è stato allontanato dall’allenamento. Era già capitato con Allan mesi fa. Gattuso ha ritenuto che l’atteggiamento del calciatore fosse svogliato e poco partecipativo, ragion per cui l’ha rispedito a casa. Pare che tra i due la situazione sia già stata chiarita e che potrebbe essere convocato per Napoli-Juventus, finale di Coppa Italia. Tuttavia gli strascichi saranno inevitabili e questo episodi pare essere soltanto il preludio dell’addio.

Lozano escluso: col PSV accadde 3 volte

Lozano PSV

Ad ogni modo, ci sono dei precedenti in tal senso per Lozano e non fanno sperare per il meglio. Prima di lasciare il PSV per trasferirsi in azzurro, Lozano aveva avuto delle frizioni anche con l’allenatore del club olandese, l’ex Milan, Van Bommel. Le scaramucce tra i due nacquero proprio per l’atteggiamento che il tecnico non aveva apprezzato in alcune circostanze.

Tre in particolare furono gli episodi: il 16 febbraio del 2019 durante la sfida contro l’Heerenveen il tecnico chiamò il cambio dopo pochi momenti dall’inizio della sfida, spiegando così nel post: “É uscito (Lozano, ndr), perché non stava facendo le cose che gli chiedevamo”. Discrepanze che si sono acuite ancora il 30 luglio dello stesso anno, a pochi giorni dalla firma col Napoli. Basilea-PSV, gara preliminare per la qualificazione in Champions League. Persero gli olandesi e Lozano fu sostituito al 75′. Una decisione dell’allenatore che irritò molto il messicano, creando la spaccatura che fu poi insanabile. Il 3 agosto, pochi giorni dopo, infatti, il calciatore non venne inserito nella formazione che sfidò il Twente per il debutto stagionale in campionato. “Oggi non avevo bisogno di lui, si può vincere con altri”. Detto fatto: Lozano firmò con azzurri.

di Sabrina Uccello

©RIPRODUZIONE RISERVATA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy