Lozano verso l’addio, Raiola sta cercando una squadra: il Napoli fissa il prezzo

Hirving Lozano doveva rappresentare il passo in avanti per l’attacco del Napoli. Il colpo in canna che svolta la partita o che la risolve con un guizzo. In campionato, però, ha totalizzato 17 presenze, nove delle quali da subentrato. A VeronaGattuso gli ha concesso gli ultimi 10 minuti di gioco. Questa volta, però, il messicano ha inciso come avrebbe dovuto da inizio stagione. Un gol che ha messo al sicuro il risultato e gli ha restituito fiducia. Quasi allo scadere, inoltre, ha sprecato la possibilità di siglare una doppietta su un lancio spettacolare di Insigne. Questo è quanto riferisce in merito l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport.

Le ultime su Lozano

Lozano

“Probabilmente, Lozano andrà via, il suo manager, Mino Raiola, si sta attivando in Europa per trovargli una sistemazione e, soprattutto, un club disposto a investire i 50 milioni richiesti da De Laurentiis. Una valutazione, però, che non trova riscontro sul mercato, impoverito dalle conseguenze del Covid-19. Rivalorizzare Lozano potrebbe essere una buona operazione per le finanze del club”.

Il parere dal Messico

Ai microfoni di Radio Punto Nuovo ha rilasciato un’intervista Daniel Martinez, giornalista di ESPN Messico, in merito alla prestazione di Lozano. Il calciatore del Napoli, infatti, dopo varie incomprensione con Gattuso è sceso in campo segnando il gol del 2 a 0 definitivo.

“I bravi giocatori sono adatti a tutti i campionati. Sicuramente c’è bisogno di tempo d’adattamento che Lozano non ha avuto. La notte in cui il Napoli ha deciso di entrare in un tunnel incredibile, Lozano ha fatto gol. Tuttavia Lozano non è Balotelli, si adatta, si applica, ha cercato sempre di lavorare per la squadra. Gioca con la testa, forse meno con il fisico che a Gattuso serve. Ciò che non condivido è metterlo alla berlina, può tranquillamente mandarlo via all’allenamento, ma non dire ai microfoni che rovina l’allenamento.

Economicamente è un’immagine che fa male al club, è stato il più pagato, sono passati 10 mesi dal suo arrivo. Nel lavoro di un buon allenatore, e Gattuso lo è, c’è anche il saper difendere e valorizzare il capitale di un club: Lozano a 24 anni, lo è. Non l’ha difeso come dovuto, questo dal mio punto di vista. Il futuro? E’ inevitabile pensare che un grande procuratore come Mino Raiola stia pensando ad una via d’uscita. Sicuramente c’è chi lo vuole”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy