Junami Callejon lascia il Bolivar, addio da brividi: lacrime e abbracci con un piccolo tifoso

Il calcio e i bambini. Il binomio dal quale nasce l’amore e che rende questo sport commovente. Stanno facendo il giro del mondo le immagini di Juanmi Callejon, fratello gemello di José del Napoli, in cui abbraccia un bambino, tifoso del Bolivar.

Attraverso una lunga lettera lo spagnolo ha annunciato il suo addio al club, adducendo motivi familiari, che non ha specificato. Dopo circa sei anni e una parentesi all’Al-Ettifaq Club in Arabia Saudita, è giunto l’annuncio e si è chiusa una delle sue ultime avventure professionali. Callejon ha disputato la sua ultima partita e non è riuscito a regalarsi l’ultimo trofeo, ossia lo scudetto. Il pareggio contro il Royal Pari e la vittoria del Wilstermann lo ha impedito.

“Non è un addio definitivo”, ha promesso il gemello di José, perché “il calcio fa tanti giri, probabilmente in futuro le nostre strade torneranno a incrociarsi“. E chiude affermando: “Sono un bolivarista in più”. 

Juanmi Callejon e l’addio da brividi

A dimostrazione della veridicità delle sue parole, è arrivato il bellissimo video di cui sopra. Al termine dell’ultimo match di Juanmi Callejon, un piccolo tifoso del Bolivar si è avvicinato a lui per abbracciarlo tra le lacrime. “Resta“, ha chiesto all’idolo, ma nulla da fare purtroppo. Si è stretto alle sue gambe e insieme si sono liberati in un pianto dolcissimo e commovente. Dopo, il calciatore ha sfilato via felpa e maglia e l’ha regalata al piccolo tifoso, visibilmente provato. L’avventura professionale di Juan Miguel si è conclusa in Bolivia nel migliore dei modi: tra l’abbraccio di un tifoso e una trafila di gol da vero campione, 36 in totale tra Apertura e Clausura. Solo Carlos Saucedo del San José ha fatto meglio, chiudendo la stagione con 41 gol all’attivo.

Con il Bolivar Juami Callejon ha vinto tre edizioni del campionato locale e in due occasioni (2014, 2016) si è laurato capocannoniere.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy