Insigne: “Mi manca il campo. Gattuso mi ha fatto sentire subito importante. Ho parlato con la squadra”

L’attaccante del Napoli, Lorenzo Insigne, è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Il capitano dei partenopei ha parlato di alcuni argomenti chiave in questa emergenza. Di seguito quanto messo in evidenza da CalcioNapoli1926.it

Le parole di Insigne

Insigne

“Stiamo tutti in casa insieme. è giusto. Così possiamo sconfiggere il Coronavirus. Quando finirà tutto, sarà più bello riabbracciarci. Idoli? Vorrei fare i complimenti a medici ed infermieri. Sono i nostri idoli, ci stanno aiutando per vincere questa battaglia. I miei complimenti. 

Mi manca il campo? Mi manca tanto ma non credo solo a me, a tutti gli sportivi. Ripeto, stiamo facendo un grosso sacrificio e lo dobbiamo fare fino a quando non finisce tutto. Ci stiamo allenando in casa poi, quando sarà finito, torneremo a farlo insieme. 

Allenamento a casa? Siamo in contatto con lo staff del mister chi ci manda tutti i giorni gli allenamenti da fare. Continuiamo per tenerci in forza. Tapis roulant ed addominali.

Rapporto con Gattuso? Il mister dal primo giorno mi ha subito parlato e mi ha fatto sentire importante. E’ stata una cosa positiva. Io, da quando è arrivato, ho un bellissimo rapporto con lui. Anche in quarantena ci sentiamo tutti i giorni. Mi rende partecipe ed è positivo. E’ martello quando serve. Squadra? Ci siamo sentiti sul gruppo. Ci sentiamo spesso per parlare degli allenamenti, scherziamo insieme. Ho detto loro di stare tranquilli ed allenarci per farci trovare pronti. 

Rapporto con Tavecchio? Giocavamo a boccette in Francia con lui, Tonelli, Immobile ed El Shaarawy. Lo ringrazio per i complimento e spero di rivederlo presto ed abbracciarlo.

Vero Napoli? Stavamo facendo bene anche se vorrei rigiocare la sfida con il Lecce. Guardando il resto, abbiamo fatto grandi partite. Merito anche del tecnico e dello staff che ci mettono nelle giuste condizioni.

Meglio la pizza o tiro a giro di destro? La mia famiglia mi ha fatto i complimenti per la pizza anche se io non la posos mangiare per la linea. Preferisco il secondo. Pizza di Di Lorenzo? Glielo dico di mettere il basilico.

Nazionale ed Europeo? Anche se quest’anno avevamo un grande gruppo, ci siamo qualificati in anticipo, ed un anno in più può solo fare bene. Si recuperano anche gli infortunati. Sono convinto che l’anno prossimo possiamo dire la nostra ed arrivare lontano

Messaggio alla città? Voglio fare un appello a tutti soprattutto ai napoletani con la Pasqua e la Pasquetta. Bisogna stare a casa, rispettare le regole. Manca un ultimo step per superare tutto e non dobbiamo rovinare tutto. Un abbraccio a tutta l’Italia”.

 

CLICCA QUI PER LE ULTIME SUL MERCATO DEL NAPOLI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy