L’Ifab disegna un nuovo regolamento: Var in primo piano e meno falli di mano. Previste novità sul fuorigioco e sostituzioni

Visto il periodo di emergenza ed il calcio ancora momentaneamente fermo, l‘Ifab ha reso note alcune modifiche al regolamento calcistico. Regole per la prossima stagione ma che potrebbero valere anche in occasione della ripresa della stagione 19-20. L’edizione odierna del quotidiano Tuttosport ha realizzato una breve disanima per capire cosa sta effettivamente per cambiare.

CLICCA QUI PER L’ANALISI TATTICA DEL NAPOLI

Cosa cambia?

Ifab, cosa cambia nel calcio

Il primo obiettivo è quello di rendere ancora sempre più semplice l’utilizzo del Var. Secondo le nuove linea guida, l’arbitro deve essere richiamato maggiormente dalla tecnologia. Non cambia, invece, la segretezza circa il dialogo tra il direttore di gara e la sala Var. Secondo punto è, invece, quello relativo al tocco di mano. In questo caso si parlerà di effettivo fallo solo quando il tocco si traduca in effettiva occasione di segnare. Inoltre, non ci saranno infrazioni nel caso in cui il pallone dovesse toccare la spalla. Infine, c’è la questione legata ai rigori ed al fuorigioco. Nel primo caso, se a commettere fallo sono sia il portiere che il tiratore allora verrà penalizzato il secondo. Sul secondo, invece, l’Ifab concorda sulla necessità di rianalizzare la Regola 11. Inoltre è previsto l’introduzione di nuovi protocolli circa le sostituzioni in seguito a commozioni cerebrali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy