Manchester City, Guardiola: “Sono un tifoso del Barcellona, sarà diverso rispetto all’andata”

Pep Guardiola, allenatore del Manchester City, ha preso parte alla conferenza stampa alla vigilia del match contro il Real Madrid. All’andata il match è finito 2-1 per la sua squadra, ma il tecnico non si fida.

Le parole di Guardiola in conferenza

Guardiola

“L’andata si è giocata tanto tempo fa, troppo. Sono partite diverse. Giochiamo in casa, ma senza la nostra gente. Questo sport è per le persone. I giocatori vogliono giocare con i tifosi sugli spalti e per loro, ma ora non è possibile. Questa è la realtà. La salute viene prima di tutto. Vedremo quando si potrà tornare alla normalità. Conta di più che i bambini tornino a scuola rispetto a tutto il resto, compreso i tifosi allo stadio”.

Che partita sarà: “Ogni situazione è diversa. In questa competizione si paga caro ogni errore, anche se a volte devi solo applaudire il tuo avversario. Siamo consapevoli che dobbiamo fare un ulteriore passo”.

Eric García e l’interesse del Barcellona: “Gli è rimasto un anno di contratto, ma ci ha già detto che non vuole rinnovare. Quindi supponiamo che vorrà giocare altrove”.

Real avversario speciale : “Sono un tifoso del Barcellona, ​​ma ho già giocato contro il Real più volte. Sono concentrato su quello che dobbiamo fare per portare questa squadra al turno successivo. Voglio battere qualsiasi avversario”.

Benzema uno tra tanti in confronto a Messi: “È straordinario, bravissimo. Ma dai tempi in cui allenavo il Barcellona ci sono stati tanti grandi giocatori: per 20 di loro mi hanno chiesto se fosse possibile un paragone con Messi. 20 giocatori”.

Zidane e il suo Real Madrid : “Siamo concentrati di più su noi stessi, su ciò che dobbiamo fare per batterli”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy