FIGC, Gravina: “Salary Cap? FIFA e UEFA stanno studiando come intervenire”

La questione degli stipendi molto (troppo) alti dei calciatori è ormai una questione che esiste da anni. Tuttavia, nel contesto attuale, caratterizzato da una grave crisi economica per la Pandemia, assume un rilievo particolare. Gabriele Gravina, Presidente della FIGC, ai microfoni de Il Sole24 Ore, ha detto la sua riguardo la vicenda.

“Gli stipendi dei calciatori assorbono il 70-80% del fatturato di un club”

Gravina mondiale
Getty

Ecco quanto dichiarato da Gabriele Gravina ai microfoni de Il Sole24 Ore:

“Una Salary Cap a livello europeo? Nel momento drammatico in cui si sta vivendo, non è concepibile che una componente come quella dei calciatori, che assorbe il 70-80% dei fatturati di un club, possa essere indenne. Bisogna che i sacrifici li facciano tutti. I calciatori devono sforzarsi di più. L’impegno attuale, purtroppo, è insufficiente. Dopo la mia richiesta UEFA e FIFA stanno studiando come prendere provvedimenti. Le società hanno obbligazioni in corso e non possono disattenderle. Vanno accompagnate in un percorso virtuoso e duraturo, che al contempo tuteli anche i giocatori che guadagnano cifre basse”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy