Covid Genoa, l’esperto: “Caso di esposizione puntuale. Perin caso indice”

Oggi il Napoli prosegue la preparazione in ritiro dopo i casi di Coronavirus registrati. Un vero e proprio controllo a tappeto in casa dei partenopei nell’ultima settimana in seguito al caso Genoa. Il club ligure ha, infatti, registrato un vero e proprio focolaio proprio il giorno dopo la sfida con i partenopei. Secondo quanto riferisce la Gazzetta dello Sport, il focolaio in casa dei rossoblù è cominciato proprio qualche giorno prima della sfida del San Paolo.

CLICCA QUI PER TUTTE LE ULTIME SUL CALCIO NAPOLI

Caso Genoa, le parole dell’esperto

genoa coronavirus
NAPLES, ITALY – SEPTEMBER 27: Kalidou Koulibaly of SSC Napoli arguing with Mattia Destro of Genoa CFC during the Serie A match between SSC Napoli and Genoa CFC at Stadio San Paolo on September 27, 2020 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Lo confermano anche le parole del professor Giancarlo Icardi, direttore del Dipartimento di Igiene dell’ospedale San Martino raggiunto dai microfoni del quotidiano:

“Si è verificato quello che in epidemiologia definiamo esposizione puntuale. C’è stato cioè, un caso indice, quello di Perin, che all’interno di una comunità chiusa ha portato a questa situazione. Lo conferma, fra l’altro, la tempistica stessa dei contagi. Tamponi precedenti negativi? Quando facciamo un tampone molecolare il dato
che abbiamo è la fotografia di quel preciso momento. Del resto le malattie infettive sono definite acute, cioè ad esordio improvviso. Quando un virus o un batterio entra in una comunità chiusa, si crea un focolaio epidemico”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy