Gattuso preoccupato, troppi gli errori del suo Napoli: col Barcellona non sono ammesse distrazioni

Napoli-Udinese termina 2-1, ma Gattuso ha molto da rivedere e far rivedere ai suoi ragazzi. Il tecnico, infatti, ha palesato la preoccupazione per i troppi errori degli azzurri. L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport.

Gattuso preoccupato: il Napoli subisce troppo

Gattuso

“La notizia negativa per Gattuso è che la squadra subisce gol per la settima partita consecutiva, dalla ripresa il Napoli non ha preso gol solo nella finale di Coppa Italia e a Verona.

In quella subita da De Paul c’è un movimento sbagliato della linea difensiva e della mediana, che accompagna poco. Se poi aggiungiamo che Ospina risulta il migliore in campo e Koulibaly salva un altro gol, la situazione si fa assai critica.

Errori che sicuramente non tranquillizzano l’allenatore guardando al Barcellona. Mica puoi pensare di finire il campionato con svarioni di questo genere e poi andare ad affrontare Messi & Company”.

Le parole del mister

Rino Gattuso, tecnico del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella conferenza stampa post-partita. L’allenatore azzurro ha commentato la vittoria in extremis dei suoi contro l’Udinese al San Paolo in campionato.

“Abbiamo affrontato una squadra molto fisica come l’Udinese che si è chiusa in difesa. Gli abbiamo dato poca profondità, ma ho il rammarico di essere stati nella loro metà campo fino al 22esimo minuto, quando hanno segnato. Ce l’abbiamo messa tutta, volevamo vincere a tutti i costi. E’ una vittoria che ci fa proseguire con più tranquillità. I gol presi non penso siano una mancanza di equilibrio. Siamo sfortunati perché appena arrivano al tiro una volta e fanno goal. Questo è un altro sport, non è calcio. I ragazzi stanno giocando ogni 3 giorni e senza pubblico. A questa squadra non si può dire nulla, sta facendo sempre risultato. Poi ci sta che in alcuni momenti c’è una fase calante, vedi con il bologna nel secondo tempo. Mertens ha preso una ginocchiata sul gluteo e non riusciva a correre. Spero non sia nulla di grave. Spero di arrivare nel migliore dei modi all’8 agosto contro il Barcellona. Da due mesi a questa parte abbiamo fatto cose importanti. Ultimamente creiamo tanto e segniamo poco, devo sistemare questo aspetto. A Bologna mi sono arrabbiato perché ho visto una squadra poco organizzata. Mi interessa la mentalità, dobbiamo mantenere equilibrio e fare un buon possesso palla”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy