Floyd, le parole della figlia di 6 anni: “Devono sapere che mi manca”

La morte di George Floyd continua a scuotere l’America e tutto il Mondo. L’uomo è morto dopo l’arresto da parte della polizia. A destare la coscienza del mondo sono, però, le immagini dell’arresto. Un poliziotto ha, infatti, fermato l’uomo e lo ha tenuto fermo a terra poggiando una delle sue ginocchia sul collo. A nulla sono valse le grida dell’arrestato. ‘Non riesco a respirare’. Una frase straziante ma che non ha fermato il poliziotto. La sua colpa? Aver usato una banconota falsa ma soprattutto essere di colore. Floyd ha lasciato una moglie ma soprattutto una figlia di 6 anni.

CLICCA QUI PER IL MESSAGGIO DI DE LAURENTIIS SUL CASO FLOYD

Floyd, le parole della figlia

Floyd, parla la figlia

Proprio la bambina, Gianna Floyd, ha provato a raccontare le proprie emozioni in occasione di un’intervista ai microfoni di Abc. La bambina era accompagnata dalla madre Roxie Washington. Questa, come riferisce il mezzo stampa ANSA, non è ancora riuscita a spiegare alla bambina il modo in cui suo padre è morto. Di seguito le parole della bambina:

“Voglio che la gente sappia che mi manca. Da grande voglio fare il medico per aiutare gli altri”.

La precisazione della madre: “Non sa ancora cosa è successo. Le ho detto che suo padre è morto perché non poteva respirare”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy