Fedele scettico sugli azzurri: “Napoli da quinto o sesto posto”

Il Napoli si appresta ad esordire in Serie A. L’appuntamento è fissato per domenica alle 12.30 allo stadio Tardini di Parma. Gli azzurri arrivano al primo appuntamento stagionale con tante incognite. In primis quelle derivanti dal calciomercato. Le ultime vicende inerenti alla sessione di scambi e contrattazioni suggeriscono che la rosa partenopea sia tutt’altro che definita. È di questo avviso Enrico Fedele che, intervenuto ai microfoni di Radio Marte, ha detto la sua sul futuro prossimo del Napoli.

Fedele: “Napoli da quinto o sesto posto”

Enrico Fedele, ai microfoni di Radio Marte, ha fatto il punto della situazione in casa Napoli: “Griglia campionato? A oggi, il Napoli lo vedo tra il 5° e il 6° posto. Juventus e Inter sono davanti sicuramente, poi Atalanta e Lazio che non hanno cambiato nulla. Il Napoli ha più giocatori numericamente ma altre sono più avvantaggiate nei primi 13 giocatori. Non sappiamo peraltro cosa farà il Milan. Oggi solo un innamorato pazzo può mettere il Napoli al quarto posto. Che fine hanno fatto le vecchie promesse del Napoli? Nella squadra di Careca e Maradona giocavano giocatori giovani come Volpecina e Carannante. Il settore giovanile è stato abbandonato e questa è una colpa che io darò sempre al management. Sono retrocessi e alcuni ragazzi sono andati al Lille nell’operazione Osimhen. Una macchia. Milik? Chiederà un risarcimento al Napoli, solo un ingenuo non lo chiederebbe. Giuntoli? Non ha nessuna capacità deliberativa, può guardare ma non può scegliere. Il Napoli ha preso un sacco di giocatori che non sono serviti, come Leandrino, Machach, Mezzoni. Milik? Non gli è stato rinnovato il contratto perché forse non dà garanzie fisiche. Koulibaly? Un giocatore dovrebbe guadagnare il 10% del suo valore. Il concetto però è un altro: le persone non si rendono conto in che momento si è. Oggi tutti hanno avuto un calo nelle vendite e tutti chiedono fiducia. Oggi non li offre nessuno 80-90 milioni per Koulibaly. Se si arriva a un compromesso allora è diverso”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy